Val Fabiòlo: Sirta – Sostila – Somvalle

PARTENZA: Forcola fraz. Sirta

ARRIVO: Somvalle

DISLIVELLO: +1151 m

DIFFICOLTÀ: E (escursionistica)

LUNGHEZZA: 5,83 km

Percorrendo la strada provinciale 16 dalla rotonda del Tartano verso Sondrio sulla destra, in corrispondenza del ponte di Sirta, si trova un parcheggio gratuito della capienza 20 automobili. Da qui, si sale fino a raggiungere la Chiesa di San Giuseppe, ben identificabile grazie alla maestosa cupola e, dietro di essa sulla sinistra, si trova la Latteria Sociale. A questo punto, sulla sinistra si trova l’imbocco del sentiero.

Costeggiando l’incombente parete rocciosa della Caurga, la mulattiera sale rapidamente il versante orientale del territorio montano di Forcola.

Il sentiero collega in sequenza tutti i maggenghi di valle fino ad Alfaedo, nucleo principale in cui storia e natura si fondono come testimoniano le due chiese (XIV e XVIII secolo) contestualizzate in un ambiente naturale e architettonico dal fascino unico, il tutto circondato dalla magnifica vista sulla media Valtellina.

Continuando il percorso, la natura si fa via via più caratterizzante la quota altimetrica (900 m) finché, dopo aver attraversato una parte dell’estesa pineta che giunge all’alpe Dassola, oltrepassata una bocchetta, improvvisamente la vista si apre sui prati dai quali si staglia la “Casa Rotonda”, edificio unico nel suo genere.

Il sentiero torna poi a scendere per riportarsi in val Fabiòlo passando per la Motta, maggengo in posizione quasi speculare al maggiore nucleo di Sortila. Tornando a risalire la valle in compagnia del torrente Fabiòlo, in poco si raggiungono le case della antica frazione Sponda, a nord di Somvalle, meta dell’escursione.

(Ulteriori info e dettagli su www.forcolaweb.com)